Musica e Calcio: una storia d’amore interminabile

Quanti di voi prima della celebre partita a calcetto tra amici, ascoltavano musica nelle cuffie per caricarsi? Manco stessimo per giocare la finale di Champions League!

Il legame tra musica e calcio è sempre stato molto stretto, una storia d’amore che dura da anni, basta guardare uno dei gruppi più famosi della storia della musica: i Beatles.

I 4 di Liverpool già dai tempi davano segnali di unione tra calcio e musica, nonostante non si fosse mai capito con certezza per quale squadra tifassero, la sciarpa bianca e rossa (vicina al Liverpool) nel video di “Help!” non passò inosservata.

Solo più tardi, si scoprì che John Lennon era un tifoso sfegatato del Liverpool, tant’è che avrebbe persino voluto giocarci, era un suo sogno.

The Beatles

Gli inni nazionali

Nello sport in generale, la musica fa da colonna sonora, negli ultimi anni ancora di più, soprattutto con l’esponenziale crescita del settore digitale e del mondo online in generale.

Nel calcio ad esempio, ogni occasione è buona per mettere in risalto la musica, a partire dagli inni delle nazionali.

Il momento degli inni crea sempre un clima di appartenenza che va oltre il semplice attaccamento alla maglia, perché è un momento dove la fierezza prende il sopravvento.

La fierezza di rappresentare la propria nazione visibile attraverso gli sguardi dei calciatori, ma anche attraverso l’orgoglio di alcuni di loro, di cantare a squarciagola, pur fregandosene se la stonatura è evidente.

I nostri connazionali Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci ne sanno qualcosa!

Nazionale Italiana di calcio

Spostiamoci sugli spalti…

Ebbene sì, la musica non si ferma solo agli inni o ai calciatori che l’ascoltano prima di una gara, bensì viaggia anche sugli spalti, tra le tifoserie.

Uno dei cori più famosi riguarda sicuramente il Liverpool, con la sua You Will Never Walk Alone che non può mai mancare ad Anfield e in tutti gli stadi che ospitano la sopracitata squadra inglese.

Un coro che accompagna i calciatori, che li fa sentire appunto, meno soli.

Tornando al nostro Paese, degna di nota è Seven Nation Army dei White Stripes, che ispirò i tifosi azzurri in seguito alla vittoria dei Mondiali 2006.

Spostiamoci invece in America Latina, qui troviamo un inno a molti sconosciuto, che rappresenta una delle squadre più vincenti dell’intero panorama internazionale, il Boca Juniors.

Il coro è quasi una celebrazione religiosa che recita continuamente “Dale Dale Boca!”.
Qui possiamo notare quanto il calcio può davvero unire e non dividere.

Liverpool – Y’ll never walk alone

Allenatori, dirigenti e…musicisti!

Un altro esempio riguarda alcuni allenatori e dirigenti sportivi, che hanno sposato appieno il binomio musica-calcio.

Per citarne alcuni, ad esempio il croato Slaven Bilić (che tra l’altro arrivò in semifinale con la sua nazionale ai mondiali del 1998 dove fu eliminato dalla Francia) è un amante della musica hard rock ed heavy metal, tanto da essere musicista nella band dei Rawbau.

Attualmente allena il Beijing Guoan, in Cina.

Un altro degno di nota è l’attuale direttore sportivo dello Sparta Praga, Tomáš Rosický, che molti di voi ricorderanno con le maglie di Arsenal e Borussia Dortmund, ma non sicuramente con una chitarra in mano.

Ebbene sì, anche lui musicista e fan della musica metal dei Metallica e Pantera in primis.

Anche se non è un musicista, la sua musica preferita incide molto sui suoi schemi di gioco: mi riferisco a Jürgen Klopp, che a suon di Rammstein detta rapidità e precisione ai suoi!

In conclusione..

..come abbiamo visto, musica e calcio vanno molto di pari passo. La musica sembra quasi una fidanzata o una moglie che si prende cura del proprio partner, in questo caso il calcio, che a sua volta reciprocamente si prende cura di lei. Insomma, una vera e propria storia d’amore interminabile.

The Beatles – Help!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *