30 anni fa Bruce Springsteen fu “Doppiamente Boss”

Conosciuto dalla maggior parte del pubblico per la famosa “Born in the USA”, Bruce Springsteen esattamente il 31 marzo del 1992 ebbe la geniale idea di pubblicare due album in un solo giorno: Human Touch e Lucky Town, diventati poi dei grandi successi discografici dell’artista del New Jersey.


Dal 1989 al 1991: dai problemi sentimentali a Human Touch

Il buon vecchio “Boss” aveva una vita sentimentale piuttosto movimentata, soprattutto successivamente al grande successo “Tunnel of Love” del 1987.


In seguito alla crisi sentimentale con Julianne Phillips, il cantautore ne risentì anche a livello professionale, poichè nonostante la nuova storia d’amore con Patti Scialfa, sua attuale moglie, decise comunque di sciogliere la super E Street Band. 


Nonostante ciò, trovò comunque nella musica un rifugio sicuro per non mollare del tutto: tra il 1989 e il 1991 tornò in studio e registrò in soli diciannove mesi diversi pezzi. Alla registrazione e alla composizione di questi brani parteciparono tra l’altro artisti del calibro di Jeff Porcaro (Toto) e Randy Jackson (The Jacksons).
Nessuno ne era consapevole, ma era nato Human Touch.

Bruce Springsteen – Doppiamente Boss


Lucky Town e la “doppia” pubblicazione

Nonostante la grande mole di materiale prodotto, il Boss non si fermò lì. La sua creatività e la sua determinazione, qualità volte al non darsi limiti, lo portarono nuovamente in studio a registrare altri brani. Tra il 1991 e gli inizi del 1992 Bruce Springsteen diede vita a Lucky Town.


The Boss si ritrovò a fare una scelta: pubblicare un solo album e tenere da parte momentaneamente l’altro, oppure nonostante le differenze tra i due, unire entrambe le fatiche in un solo progetto.

Ma quando sei una rockstar dentro e fuori, difficilmente il pizzico di “follia” non viene allo scoperto: Bruce optò per pubblicare entrambi gli album, separati, lo stesso giorno.


Una pazzia che agli inizi fu accolta senza entusiasmo dalla critica, ma parliamo di due dischi che ebbero un successo enorme successivamente, tra vari premi e dischi di platino in tutto il mondo.
Possiamo tranquillamente dire che il caro Bruce, trent’anni fa (e non solo), fu “doppiamente boss”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *