Nastri D’argento 2016: a Taormina vince il cinema

Nel prestigioso Teatro Antico di Taormina vince il cinema: i Nastri d’argento hanno brillato più della Nazionale italiana.

La proiezione di Italia-Germania ha, infatti, anticipato le premiazioni organizzate dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, ma l’uscita degli azzurri dalla competizione per l’eurocup 2016 ha influito sull’umore del pubblico del Teatro Antico di Taormina.
partita taormina

Ma è bastato poco per riaccendere la serata: l’attrice Matilde Gioli ha illuminato la serata annunciando i vincitori della 70esima edizione dei Nastri d’Argento.

Generated by IJG JPEG Library Il film più premiato è stato La Pazza gioia, con ben sette Nastri d’Argento:

  • Miglior Regista:  Paolo Virzì;
  • Migliore Sceneggiatura: Paolo Virzì e Francesca Archibugi;
  • Migliore Attrice protagonista: Valeria Bruni Tedeschi, Micaela Ramazzotti;
  • Migliori Costumi: Catia Dottori;
  • Miglior Colonna Sonora: Carlo Virzì;
  • Shiseido Nastri d’Argento per lo Stile: Valeria Bruni Tedeschi;
  • Premio Wella Nastri d’Argento per l’immagine: Micaela Ramazzotti.

paolo virzì

  Tre Nastri d’Argento per il film Perfetti Sconosciuti, molto apprezzato anche dalla critica estera:

  • Miglior Commedia: Paolo Genovese
  • Miglior Canzone Originale: Fiorella Mannoia, Bungaro, Cesare Chiodo
  • Miglior Cast: Anna Foglietta, Alba Rohrwacher, Kasia Smutniak, Giuseppe Battiston, Edoardo di Leo, Marco Giallini, Valerio Mastrandea.

Nastri-678x381

Film rivelazione dell’anno è Lo chiamavano Jeeg Robot, pluri premiato anche ai David di Donatello:

  • Miglior regista esordiente: Gabriele Mainetti;
  • Miglior Attore non Protagonista: Luca Marinelli;
  • Premio Hamilton Behind the camera-Nastri d’Argento: Gabriele Mainetti.

Lo-chiamavano-Jeeg-Robot-banner

Tre Nastri d’Argento per il film Veloce come il Vento di Matteo Rovere:

  • Miglior Attore protagonista: Stefano Accorsi;
  • Miglior Montaggio: Gianni Vezzosi;
  • Premio Guglielmo Biraghi: Matilda De Angelis.

stefano nastro

Nastro dell’anno assegnato al film Non essere cattivo, di Claudio Caligari, Valerio Mastrandea, Luca Marinelli e Alessandro Borghi. Film premiato anche per:

  • Miglior sonoro in presa diretta: Angelo Bonanni;  
  • Miglior fotografia:Maurizio Calvesi.                                                      

non essere cattivoPremiato in qualità di Miglior Produttore Pietro Valsecchi, per i film: Quo vado?, Chiamatemi Francesco Non essere cattivo (in associazione con Kimerafilm, Rai Cinema e in collaborazione con  Leone Film Group, BNL e MiBACT).

Il film Io e lei vince il premio per la Miglior Sceneggiatura, scritta da Ivan Cotroneo, Francesca Marciano e Maria Sole Tognazzi.

Greta Scarano premiata in qualità di Miglior Attrice non Protagonista per il film Suburra, di Stefano Sollima, film premiato anche con il Nastro per la Migliore Scenografiaassegnato a Paki Meduri. 

Altri premi:

  • Nastro d’oro: Stefania Sandrelli;
  • Nastro europeo 2016: Juliette BInoche per il film L’attesa;
  • Premio Guglielmo Biraghi per gli attori più giovani: Rimau Grillo Ritzberger, Valentina Romani,  Leonardo Pazzagli, Alessandro Sperduti;
  • Premio Biraghi Nuovoimae: Moisè Curia, (per Abbraccialo per me e La nostra quarantena);
  • Premio Graziella Bonacchi: Alessandro Borghi (premiato in qualità di attore rivelazione dell’anno per i film Non essere cattivo e Suburra);
  • Nastri d’Argento – SIAE per i nuovi sceneggiatori: Alberto Caviglia (per il film Pecore in erba), Piero Messina (per il film L’attesa) e Francesca Manieri (per Veloce come il vento).
  • Nastri speciali dei 70 anni: Leo Gullotta, Giuseppe Fiorello e Massimo Popolizio;
  • Nastro per l’impegno su temi sociali: Sabrina Ferilli (per il film Io e lei) e Marco D’amore (per il film Un posto sicuro);
  • Premio Nino Manfredi: Carlo Verdone e Antonio Albanese per il film L’abbiamo fatta grossa;
  • Premio Nastri d’Argento Persol – miglior personaggi dell’anno: Alessandro Borghi, Luca Marinelli (per il film  Non essere cattivo);
  • Premio Nastri d’Argento Porsche 718 boxster, Tradizione ed Innovazione: Maria Sole Tognazzi.

L’appuntamento con la messa in onda televisiva è fissata per il 23 luglio, in seconda serata su Rai 1, a cura del SNGCI, con la regia televisiva di Giovanni Caccamo.

Marzia Vaccino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *